Sex toys e sadomaso: Wax Play - capitolo IV

Avete mai acceso qualche candela in camera per festeggiare un occasione importante, o magari solo per sedurre il/la vostra partner?

Sappiate che il wax play, ovvero il gioco del far colare la cera bollente addosso al corpo, rientra tra le pratiche BDSM più diffuse.

E' una pratica considerata leggera, ma come per tutto va comunque affrontata cum grano salis.
Esistono diverse gradazioni riguardo le candele che vanno per gradi che definiscono il livello di calore.
Sono perfette le candele che hanno molta paraffina e che non contengono stearina e/o cera d'api.

Il wax play è una pratica che appartiene a tutte quelle pratiche sensoriali, ovvero legate ai cinque sensi. In questo caso si mette in gioco il tatto, l'odore e perchè no anche la vista.
Uno dei giochi più diffusi che riguarda le candele è quello del legare il /la partner al letto, bendarla/o e colare la cera bollente sul corpo, sia sulla schiera che sulla parte frontale, prima da un punto molto alto e piano piano avvicinando la candela al corpo. I più temerari poggiano la candela letteralmente al corpo, facendola rotolare. E' possibile, ad esempio, anche colare la cera sulla lingua, essendo una zona del corpo costantemente bagnata, la temperatura percepita è bassa.

Ovviamente ogni candela va prima testata su se stessi, una zona che consiglio è l'interno del braccio che è una parte molto sensibile del corpo e vi permetterà di capire quanto brucia.

Questa pratica sadomaso è spesso legata anche al gioco con i coltelli, che vengono utilizzati per togliere con la lama (non tagliente ovviamente - un coltello adatto è quello senza seghetto) la cera a fine sessione.

Questa volta vi lascio con un mio video...anni fa eh, ma ha sempre il suo fascino rivederlo.
Buona visione...e buon wax play!


Commenti

Post più popolari