martedì 12 luglio 2016

Sessualità e film, capitolo I: Hysteria

Uscito nel 2011, diretto da Tanya Waxler, Hysteria è un film ambientato in Inghilterra durante l'epoca vittoriana; narra delle vicende attorno all'invenzione del vibratore, originariamente nato
per curare appunto l'isteria.

Mortimer Granville è un giovane dottore che lotta per portare nuove scoperte scientifiche negli ambulatori e negli ospedali gestiti da medici vecchi legati a convinzioni errate ed obsolete. Trova lavoro presso il dottor Dalrymple, specializzato nella cura "manuale" dell'isteria che affligge buona parte delle signore di Londra e si manifesta variamente con tristezza, irritabilità, pianto frequente o incontenibile rabbia.
Il ragazzo ottiene molto successo fino, però, a soffrire di forti crampi alla mano destra, con la quale lavora. Nasconde il problema al suo datore di lavoro, poiché in poco tempo gli propone di diventare suo socio. Quando questi dolori si fanno evidenti il dottor Dalrymple lo licenzia.
Demoralizzato dall'ennesimo fallimento professionale torna in casa dell'amico Edmund, che lo assilla con le sue fissazioni tecnologiche tra cui il suo prototipo di spolverino elettrico. 
Mortimer prova ad appoggiare la testina rotante sulla mano dolente, provandone un crescente sollievo, fino a fondere il generatore. Inizia così l'intuizione di usare l'oggetto elettrico, ovviamente modificato, sulle parti intime delle donne. Testa, dietro compenso, il prototipo su Molly, la cameriera dei Dalrymple.
Insieme all'amico Edmund torna dal suo ex-datore di lavoro, testando davanti a lui e con successo il nuovo marchingegno, che con lo stupore del dottor Dalrymple funziona ed in seguito viene brevettato.

Ecco qui il trailer e buona visione!

Nessun commento:

Posta un commento